Newsletter

DIARIO

bruno lauzi

Quando se ne va un amico le parole sono troppo povere. Mi ha detto:sai gino ,io al tenco non ci sarò. Sto aspettando ma il mio cuore è molto forte e mi toccherà aspettare più di quello che vorrei.Poi abbiamo riso sul fatto che ,finalmente, farò una canzone che da quarant’anni gli prometto di cantare . Mi sono sempre detto che lui era il più forte di tutti noi e nel tempo che ha vissuto ha dimostrato, con la sua coerenza, il suo coraggio e la sua ironia, che avevo ragione Ha affrontato le difficoltà e i dolori senza lamentarsi mai,senza piangersi addosso, anzi usando i suoi disagi come un tema sul quale costruire positivamente oppure sui quali giocare con battute ironiche. Ed in questa maniera ,con semplicità,senza drammi ha affrontato anche l’ultima nemica. Io piango un amico che mi lascia ancora più solo e ricordo un piccolo uomo con un grande cuore e un grande coraggio. Ti voglio bene bruno.
Scritto da Gino alle ore 13:39 il 25 ottobre 2006 - link

porco ecc.

a proposito di bestemmie. Il problema è distinguere tra trasgressione ed educazione. La trasgressione è superare i limiti imposti. L’educazione è il rispetto degli altri. Come si puo trasgredire rispettando gli altri? Fino a che punto le convenzioni della maggioranza possono essere prese in considerazione? Ci sto pensando.
Scritto da Gino alle ore 20:00 il 20 ottobre 2006 - link
Archivio del Diario

2003
  settembre
  ottobre
  novembre
  dicembre

2004
  gennaio
  febbraio
  marzo
  maggio
  giugno
  settembre
  ottobre
  dicembre

2005
  gennaio
  febbraio
  aprile
  maggio
  luglio
  ottobre

2006
  marzo
  settembre
  ottobre
  novembre
  dicembre

2007
  gennaio
  aprile
  maggio
  giugno
  novembre

2008
  ottobre

2009
  gennaio
  febbraio
  marzo
  novembre

2011

2012
  dicembre

Visualizza tutti i messaggi
© 2010 Mainstreet